Nei giorni scorsi ci siamo regalate una serata diversa. In bici di notte, alla scoperta di Torino. Strade vuote, luci e silenzi inaspettati.

Un nuovo modo per conoscere la città.
L’idea di unire la bicicletta alla cultura e al turismo
è di BikeTOnight&day.

http://biketonight.it/

Un calendario di percorsi originali: dalla città industriale a quella barocca…
avremmo voluto iscriverci a tutti!

Siamo arrivate cariche di fatiche lavorative e un po’ di cattivo umore
ma dopo poche pedalate ci siamo sentite meglio.
Anche gli scienziati, che da anni studiano i benefici della bicicletta sul nostro cervello, sono concordi: pedalare abbassa lo stress e diminuisce la depressione.

In una parola, regala felicità!

 

Per i più appassionati esiste anche Bike Night.
Un progetto itinerante che porta in giro per l’Italia
pedalate notturne non competitive
su percorsi quasi interamente ciclabili.

Un’esperienza in bici che unisce la notte, la passione e le persone.
Si parte a mezzanotte, dal centro di una città, per raggiungere dopo 100km (circa) la natura: in riva al mare, lungo un lago, in mezzo alle Alpi.
Per dimostrare che in bici è possibile raggiungere posti cui di solito non ci immaginiamo in grado di arrivare.

È una festa, dove non bisogna vincere ma si interpreta
soltanto sé stessi.

https://witoor.com/bike-night/

C’è voglia di bici. Bikemania su tutti i fronti.
Bike sharing, bike economy, bike tour,
bike design, bike cafè…

Un esempio pʌɪ/ bikery a Torino: un’officina meccanica specializzata in bici da corsa, single speed e conversioni scatto fisso, ma anche una cucina dai piatti tradizionali e internazionali.

Fai un check-up alla bici mentre ti concedi una dolce pausa.

http://paibikery.com/

 

Vogliamo anche segnalare VENTO, il progetto della futura dorsale cicloturistica più lunga d’Italia: 679 km lungo gli argini del fiume Po, da VEnezia a TOrino passando per Milano.
Un progetto culturale, di territorio e di bellezza
attraverso la bicicletta.

http://www.progetto.vento.polimi.it/

https://youtu.be/Rdq8lgcpLF8

VENTO non è soltanto un’infrastruttura ciclabile.
VENTO è prima di tutto un progetto di territorio.
Il cicloturismo è un progetto che coinvolge
un territorio ampio con l’obiettivo di rigenerarlo
attivando recuperi, occupazione, identità,
dignità, socialità e urbanità.

 

E allora facciamoci contagiare da questa mania, pedaliamo e stampiamoci
un gran sorriso sulla faccia!

 

Commenti

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla nostra newsletter.