Oroscopo cinese: 12 modi di essere Vergine

La Bilancia nell’Oroscopo Cinese

per sapere il tuo segno cinese consulta la tabella qui

Quando il Sole entra nel segno della Vergine nascono persone sincere, precise, abili e concrete ma è molto diverso essere una Vergine nato nell’anno del Serpente o in quello del Bufalo. Ecco la rassegna delle 12 combinazioni dell’Oroscopo Cinese con il Segno della Vergine:

La Vergine nata nell’anno del Topo

Il Topo è rapido, acuto e vivace, la Vergine metodica, ordinata e lenta. Ma hanno in comune molto più di quanto non appaia a prima vista. Ambedue sono intelligenti e ponderano bene le opzioni prima di prendere delle decisioni. Il Topo è attivo, ha sempre qualcosa da fare, come la Vergine, che non sa stare con le mani in mano. Il lavoro è senz’altro un loro valore di base, ma, grazie allo scintillio birichino del Topo, anche il divertimento lo è! Ma lo apprezzano solo se se lo sono guadagnato. E loro di guadagno se ne intendono: tra la lungimiranza e la continua ricerca di cose/informazioni del Topo e la morigeratezza della Vergine, sono campioni del risparmio e tra i segni più solidi finanziariamente. La tendenza a preoccuparsi del domani e una punta di ansia fanno si che tra di loro ci siano dei (razionalissimi) accumulatori. Si, perché razionalizzano tutto e giustificano con serie dimostrazioni la necessità di avere un numero spropositato di oggetti dello stesso genere “perché non si sa mai”. Più che il lusso o la moda apprezzano la qualità e fanno loro il detto “Chi più spende, meno spende”. Sono gentili e amichevoli, simpatici e divertenti, ma sono esigenti e tendono a essere un po’ dispotici. Quando si innamorano, travolti dalla passione, di Vergine non hanno più niente e si lasciano travolgere dal sensuale lato Topo. Pensandoci bene, visto che i Vergine Topo sono studiosi, curiosi e perfezionisti, che siano degli esperti del Kamasutra?

La Vergine nata nell’anno del Bufalo

L’ambiente ideale per una Vergine nata nell’anno del Bufalo è la campagna, l’immersione nella pace bucolica. E non perché ami la natura, la ama, ma soprattutto perché questa combinazione odia il rumore, il traffico, la folla e tutto ciò che è “chiassoso”. La Vergine Bufalo è timida e preferisce stare in pace, ma non è accomodante. Anzi! Quando ha preso una decisione, è inamovibile e anche con tutte le argomentazioni possibili, non cambierà idea. E sapete perché? Perché ha un lato fortemente analitico e riflessivo e, se ha deciso, è perché ci ha pensato bene (anzi, benissimo!) e non sa che non è il caso di tornare sui propri passi. Di primo acchito sembrano freddi e distaccati, ma a conoscerli meglio si apprezza la loro sincerità, lealtà e la capacità di far sentire protette le persone che amano. Diciamo che non sono troppo espansive, amano senza gesti plateali o dichiarazioni romantiche, ma sono lì e ci resteranno per sempre. Nel lavoro sono precisi, adattabili e affidabili e, se fanno carriera, saranno dei capi corretti e rispettosi. Dal punto di vista economico questa combinazione non avrà mai grandi problemi, sono oculati nello spendere e nell’investire e, al limite, rischiano di perdere delle opportunità per averci pensato troppo. Nonostante l’indole calma e controllata, anche loro hanno bisogno di rilassarsi, non dimentichiamo che la Vergine è molto attiva e che il Bufalo ha molta energia. L’attività all’aria aperta è l’ideale, specialmente se li porta via dalla pazza folla!

La Vergine nata nell’anno della Tigre

Da una parte la Tigre, fiera, coraggiosa e indipendente, dall’altra la Vergine, timida, riservata e ansiosa. Ma non è finita qui: la Tigre ha una visione d’insieme e non si cura dei particolari, mentre la Vergine, analitica e precisa, si concentra sulle piccole cose che fanno la differenza. Quando la Tigre dice “ma, si! Facciamo, andiamo … poi si vedrà strada facendo”, alla Vergine viene la pelle d’oca e inizia anche un po’ di mal di stomaco. Insomma sono tanto diversi che più diversi non si può. Ma la Tigre non si arrende e la Vergine è puntigliosa, così, alla fine, la combinazione trova un accordo e genera caratteri sensibili e gentili, amanti dello svago e equilibrati… ma in modo ordinato, organizzato, programmato. La Vergine Tigre sembra un felino addomesticato e , in effetti, è delicato, usa gli zampottoni per accarezzare e apprezza la calma, una calma e una placidità che non diventa mai pigrizia o monotonia. Sono persone con molti interessi e scelgono di volta in volta quale coltivare con dedizione e costanza. Ed ora veniamo ai pochi tratti che Vergine e Tigre condividono: la Tigre è orientata all’obiettivo e la Vergine sa impegnarsi a fondo, la Tigre è individualista e la Vergine è riservata e ambedue sono indistruttibili. Queste caratteristiche pagano nel lavoro, specie se scelgono una professione che permette una certa autonomia. In amore vuole serietà e rispetto: se si sente apprezzata e sicura da schiva e riservata si trasforma in un vulcano di passione. A una cosa non rinunciano mai, ai viaggi, che siano per lavoro o per piacere saranno sicuramente ben organizzati e goduti fino in fondo!

La Vergine nata nell’anno della Lepre

La Vergine Lepre si sente benissimo in costante equilibrio tra sentimento e razionalità e non si lascia trascinare né da uno né dall’altro. Ma come fa? Facile, la Lepre emotiva e pigra si trova benissimo tra le braccia dell’operosa e razionale Vergine. Devono solo stare attenti agli eccessi di prudenza che possono bloccarli, anche se, appena il controllo viene meno, incappa in improvvisi eccessi di cui, poi, si vergogna moltissimo. Si sostengono a vicenda la Lepre e la Vergine, armonizzando pregi e difetti come in un puzzle. Il problema sono i tratti in comune. Sono due segni preoccupati per la propria salute: la Vergine è ipocondriaca e la Lepre somatizza. Se sommiamo questo alla tendenza al risparmio comune ai due, il loro ideale è trovare una farmacia che gli fa lo sconto! Ma solo cure naturali… dicono così…. A parte gli scherzi, la Lepre Vergine è una persona riservata con una feconda vita interiore, ma lo manifesta solo ai pochi che hanno la pazienza e la costanza di rispettare il suo ritmo lento. Sono altruisti, ma non generosi con il loro denaro: se aiutano, preferiscono farlo in maniera pratica e concreta facendo qualcosa o regalando oggetti. Se la Vergine sostiene con la sua abilità manuale la creatività e la fantasia della Lepre, avremo dei cuochi, artigiani, bricoleure, artisti, magari dilettanti, ma sicuramente prolifici e interessanti. Sono eloquenti e pensano bene prima di parlare, stando attenti a non offendere nessuno. Nel lavoro sono precisi e attenti ma la cosa fondamentale è che siano ben pagati. La prudenza della Vergine nata nell’anno della Lepre si manifesta anche nella vita sentimentale: la Lepre corre, chi riesce ad acchiapparla?

La Vergine nata nell’anno del Drago

Ma siamo sicuri che sia proprio della Vergine? Così simpatica, amichevole, calda e divertente, non sembra proprio. E infatti è il Drago che si manifesta con tutto il suo splendore e riscalda la freddezza della Vergine. Sotto l’apparenza falsamente modesta e dimessa brilla la natura magnetica, affascinante del Drago. Sono persone che, pur non cercando i riflettori, si trovano naturalmente al centro dell’attenzione; però permettono solo a pochi eletti di conoscerli profondamente. Sono concreti, determinati e hanno fiducia in se stessi. Nel lavoro sono apprezzati perché affidabili e precisi ma capaci anche di trovare soluzioni innovative grazie all’intuito del Drago. Fanno una bella carriera, che sarebbe anche migliore se imparassero a chiedere, invece di aspettare pazientemente che i loro meriti vengano riconosciuti. Mettono moltissima energia in tutto, energia che viene dal Drago e che la Vergine sa sfruttare al massimo con molta misura. Ecco, sono misurati, ma in un modo che non è per niente noioso o moralista. La loro è una manifestazione di un equilibrio tra rischio e prudenza, tra rapidità e lentezza, intuizione e raziocinio che fa sentire chi sta a loro vicino protetto e compreso. La loro grande passione sono i viaggi, assaporano tutto quanto stimola i loro sensi e, se non possono viaggiare, si consolano con libri, conferenze, film. In amore i nati sotto il doppio segno della Vergine Drago sono affascinanti e seduttivi, ma cercano di mantenere sempre il controllo e esitano a lasciarsi andare, ma quando succede, ve ne accorgerete di certo. La Vergine è freddina, un po’ un diesel, ma una volta scaldata dal Drago che trabocca di passione, vi porterà in paradiso!

La Vergine nata nell’anno del Serpente

Che personalità interessante, piena di luci e di ombre e di sfaccettature come un diamante! I nati sotto il segno della Vergine nell’anno del Serpente lasciano stupiti. Sotto un’apparenza timida, ordinata e impeccabile c’è un filosofo che continua a farsi domande sulla vita, sul mondo, su tutto, e ragionano e rimuginano… Sono intuitivi, cosa che alla Vergine non piace poi tanto perché preferisce basare le sue decisioni sulla razionalità. La cosa che fanno con più piacere è imparare, accumulare conoscenze nei campi più svariati e, grazie a questa dote, sanno sempre cavarsi d’impiccio. Devono tenere a mente che la loro continua ricerca non dovrebbe essere fine a se stessa, ma portarli alla serenità; infatti, facilmente, si trascurano e pensano più agli altri che a se stessi. Hanno i piedi per terra e gestiscono abilmente la quotidianità, mentre dentro se stessi percorrono le vie delle infinite possibilità del futuro. Non si lasciano impressionare dalla forma, mirano alla sostanza e odiano li sprechi, di cose, di soldi e di tempo. Sono laboriosi e seri, si impegnano e non sopportano i lavativi. Vanno per la loro strada guidati dalle doti sociali del Serpente con cui riescono a superare l’eccessiva prudenza e la tendenza a farsi prendere dall’ansia della Vergine. La strada per il successo, per loro, è un percorso quasi spirituale, da fare in grande concentrazione e senza pubblicizzare l’obiettivo finale. La Vergine nata nell’anno del Serpente è talmente impegnata che non ha tempo di mettersi a caccia per trovare il partner ideale, ma gli basta aspettare, prima o poi arriverà!

La Vergine nata nell’anno del Cavallo

Affiancare una segno sfrenato e impulsivo come il Cavallo all’aplomb e alla mentalità organizzata della Vergine è una sfida che le Vergine nate nell’anno del Cavallo vincono a mani basse… se a tenere le redini è il Cavallo (scusate il gioco di parole). L’elemento base del Cavallo è il Fuoco e la fiamma che incendia questi nati della Vergine è ardente, brillante e costante. Sono appassionati, ma si sanno controllare e sanno orientare le loro energie verso l’obiettivo senza cedere mai. Tra le loro qualità, che usano sia nella professione sia nella vita privata, c’è senso pratico, mentalità aperta, senso di responsabilità e costanza. Sono vitali, entusiasti e danno il meglio se si sentono apprezzati. Alla base sono individualisti, ma si adattano bene anche al lavoro di squadra. Anche in famiglia si adattano bene agli impegni e alle attività richieste, a volte sono autoritari e impazienti, ma sanno dare molto affetto ai figli e al partner. Possono avere successo in tutti quei campi in cui serve essere intelligenti e creativi, ma ricordiamo che alla Vergine interessa soprattutto la stabilità economica. Nella loro vita una parte importante spetta ai viaggi e all’amore per gli spazi aperti. Con il partner, una volta superata la riservatezza e la timidezza, la Vergine non doma del tutto il Cavallo che si esprime con fierezza e ardore. Se volete testare quanto di Cavallo c’è in loro, fateli arrabbiare, ma scappate subito o un bel calcione non ve lo leva nessuno!

La Vergine nata nell’anno della Capra

Nell’animo della Vergine nata nell’anno della capra convivono tendenze opposte. La Capra è lunatica, la Vergine è pratica, la Capra è spendacciona, la Vergine economa, la Capra è un artista visionario, la Vergine impietosamente pratica… e allora? Allora avremo due tendenze, quella “C’è un tempo per ogni cosa e … vado al massimo in tutto ” e quella, più equilibrata, “So quello che faccio, serenamente”. In “C’è un tempo per ogni cosa e … vado al massimo in tutto ”, i punti di forza di Capra e Vergine si alternano a seconda di ciò che richiede la situazione e li vedremo, ad esempio, scatenati in discoteca una sera e il giorno dopo concentratissimi a preparare un esame in totale clausura. Mentre nella modalità “So quello che faccio, serenamente”, saranno perfettamente centrati e organizzati, orientati all’obiettivo, anche un po’severi, ma con il sorriso sulle labbra e un’attitudine aperta e positiva, molto più equilibrati e sereni. La Capra, che nell’oroscopo cinese è un segno di Fuoco, smuove con smottamenti e piccoli terremoti la riservatezza terrestre della Vergine che si esprimerà con più emotività rispetto alle altre combinazioni del suo segno con quelli cinesi. Per loro trovare un partner e formare una famiglia è molto importante e spesso si sposano giovani con partner più anziani o, comunque responsabili, maturi e sereni. Hanno davvero bisogno di un partner così, perché tendono a essere molto esigenti e ansiosi. Con il dovuto supporto emotivo, non hanno problemi a farsi strada nel mondo del lavoro e a raggiungere la sicurezza finanziaria. Ma il ruolo preferito è quello genitoriale: è vero che sono metodici, organizzati e a volte anche un po’ troppo pedanti, ma sui figli riversano un mare di affetto, figuratevi che con loro trasgrediscono alle regole… raramente, molto raramente, ma lo fanno!

La Vergine nata nell’anno della Scimmia

Ecco due segni che si esprimono in modo diametralmente opposto: la Scimmia è rapida, simpatica, comunicativa e caciarona, la Vergine è compassata, parla a voce bassa e cerca di passare inosservata. Queste differenze relazionali fanno pensare che non abbiano niente in comune. Sbagliato. E’ una combinazione ottima che condivide curiosità intellettuale, amore per il sapere, capacità di approfondimento. L’unione tra la scaltrezza della Scimmia e la prudenza della Vergine aiuta a non cadere vittima di imbrogli, a subodorare il pericolo e trovare soluzioni che rasentano la genialità. E’ una Vergine che pensa fuori dagli schemi e che si apre al nuovo e all’insolito. La Scimmia lavora perché deve, mentre per la Vergine lavorare è una missione. La fortuna di questa combinazione è che la Vergine dà stabilità alla Scimmia e la àncora agli aspetti pratici dei progetti. Le Vergine nate nell’anno della Scimmia hanno un rendimento costante nel lavoro e nello sport, sono capaci di serio impegno senza essere mai musone, anzi, hanno un inaspettato senso dell’umorismo e una luce birichina negli occhi. Sono persone spumeggianti e passionali che offrono a amici e partner un solido appoggio, onestà e affetto. Sono bravissimi con i bambini perché mixano abilmente divertimento e regole, creando un ambiente sereno dove l’espressione di sé trova tutto lo spazio necessario. Vergine e Scimmia in una cosa proprio non combaciano, la gestione del denaro. La Vergine spende con parsimonia, mentre la Scimmia ha le mani bucate. Di fronte alla tentazione è quel che si dice un bel match! Di solito lo risolvono con l’alibi del “Chi più spende, meno spende” : la Vergine adora i proverbi e la Scimmia … le scuse!

La Vergine nata nell’anno del Gallo

Se c’è una Vergine che assomiglia pochissimo alle tipiche descrizioni del segno occidentale, eccola qui. Sono Vergine per niente o poco, ma proprio poco timide e riservate. Abbiamo persone magari un po’ testarde e capricciose, ma con una mente disciplinata, perfezionista e (la Vergine mi perdoni) orgogliosa. La precisione e la razionalità della Vergine sorrette dal coraggio e dalla sicurezza del Gallo fanno faville e fanno fare a due a due i gradini sulla scala del successo. Tra i nati sotto il segno della Vergine quelli nati nell’anno del Gallo sono i più innovatori. Concetti come normalità, media, quotidianità, routine, tanto cari al segno della Vergine, qui vengono guardati con un po’ di sdegno. Il Gallo deve brillare e forza la Vergine a vincere la riservatezza e a offrirsi volontaria, anzi, leader, per i progetti difficili, che richiedono doti da organizzatore e visione, anticipazione dei futuri sviluppi. Per loro il tempo è denaro e fanno attenzione a impiegarlo bene. E’ una Vergine a cui, oltre ad ascoltare, piace tanto, ma proprio tanto parlare e infatti comunicano bene, tengono conto delle reazioni e delle emozioni dell’interlocutore e sono empatici. Tra le loro doti, c’è la capacità di trasferire concetti anche complessi e questo li rende ottimi insegnanti e capi. Il loro aspetto innovativo e rivoluzionario crolla miseramente nella vita amorosa: quando mettono la testa a posto sono per un organizzazione tradizionale della vita famigliare. Hanno un difetto, sono vanitosi e con il mix di perfezionismo e insicurezza della Vergine, ci mettono ore a prepararsi per uscire… anche se non sono più adolescenti!

La Vergine nata nell’anno del Cane

La Vergine si sente a casa a nascere nell’anno del Cane. Condividono mille qualità, hanno lo stesso senso del dovere e della responsabilità, sono onesti e costanti. Se fate parte del loro orizzonte affettivo o se si sentono investiti nei vostri confronti di un ruolo collaborativo, non dovete preoccuparvi di niente. Alle scadenze, all’organizzazione, alla condivisione di informazioni, ci penseranno loro. In cambio dovreste ricordargli che ci si può anche divertire, ridere e scherzare, cosa che a loro piace molto, ma presi da mille impegni e preoccupazioni, spesso se ne dimenticano. Hanno bisogno di sicurezze per potersi esprimere al meglio. Sono persone che, di fronte a un problema o a una novità, vogliono capire per cui cercano informazioni, leggono, chiedono e approfondiscono fino a farsi un’idea e a crearsi un’opinione. Con l’età diventano un riconosciuto punto di riferimento perché hanno non solo le conoscenze, ma anche l’esperienza di vita e la fiducia necessaria a trasmetterle. Sono tra le Vergine più sociali e, grazie al loro carattere aperto ma non invadente, hanno una rete di conoscenze molto vasta. Sono quelli che sanno sempre a chi rivolgersi, dall’idraulico al medico specialista, dal gioielliere al venditore di spezie. Vergine e Cane condividono, però anche dei difettucci: hanno molta memoria, magari non tengono rancore, ma, sicuramente, non dimenticano e, una volta tradita la loro fiducia, la strada è tutta in salita. Hanno un ferreo rispetto delle regole e pretendono che tutti si comportino allo stesso modo, per cui non ammettono giustificazioni, eccezioni, scuse. Le Vergine Cane sono sensibili, ma non emotivi, più pratici che romantici. Prima di lasciarsi travolgere (con calma) dall’Amore, osservano, aspettano, valutano con attenzione. Hanno bisogno di un partner solido, possibilmente più forte e imprevedibile di loro per tirarli fuori, magari a forza, dalla routine… avete mai visto come si diverte un Cane quando gioca?

La Vergine nata nell’anno del Cinghiale

Il segno cinese del Maiale addolcisce i tratti più severi della Vergine. Sono persone simpatiche, amichevoli, disponibili, ma sempre con un tratto inflessibile che a volte li fa sembrare presuntuosi. Ed è un vero peccato perché hanno tantissimo da dare. Quando imparano a tenere sotto controllo i difetti che Vergine e Maiale hanno in comune e cioè essere moralisti, pignoli e saccenti e aprono la porta alle virtù comuni e cioè la sincerità, l’onestà e l’impegno diventano popolarissimi. Il Maiale corregge la visione pessimista della Vergine con le lenti rosa e abbassa la sua propensione all’ansia con l’innato ottimismo. Le Vergini nate nell’anno del Maiale sono empatiche, aperte agli altri ma non invadenti e sempre positive. Il Maiale porta nella vita della Vergine un senso di relax altrimenti sconosciuto. Sono persone allegre, di compagnia e amanti della buona tavola: tra la precisione della Vergine e la parte godereccia del Maiale, potrebbero essere giudici di Masterchef! Si adattano più o meno a tutti e a qualsiasi situazione, con solo un’eccezione, la malafede: proprio non riescono a tollerare chi bara, imbroglia o chi non si prende le proprie responsabilità. In amore il lato altruista e generoso rischia di essere sfruttato, ma lo capiscono presto e dopo le prime esperienze negative, imparano a trattare se stessi come pietre preziose e a donarsi solo a chi li merita davvero. Nel lavoro e per le finanze è un’accoppiata vincete, le Vergine Maiale sono diligenti e grandi lavoratori che vengono spesso premiati per il loro impegno. E poi il Maiale è il simbolo della fortuna… anche economica!

Che Giove Assista chi condivide!

Commenti

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla nostra newsletter.