1 luglio: volevo una casetta piccolina in Canadà

Mai avrei detto, studiando l’immensità di qul territorio sul mappamondo alle elementari, che la mia sarebbe stata una casetta piccolina in Canada piena zeppa di tanto amore. Prima che infatti mia sorella maggiore decidesse di innamorarsi di un canadese, per me il fascino di questa terra era un mistero, nella fantasia fatto dei laghi blu più grandi del mondo, in cui si specchiavano le cime innevate delle montagne più alte del mondo, da dove facevano capolino gli orsi più famelici e tutto sommato goffamente teneri del mondo. Natura, potente e maestosa…e quà e là casette di legno.

Oggi che mia sorella ha deciso di mettere al mondo quattro meravigliosi pargoletti, il Canada si è svelato ai miei occhi diventando un luogo “familiare” nel senso letterale del termine. E ho scoperto di nuovo questo, che oltre che essere confermate tutte le mie fantasie, quelle casette nelle grandi città come Vancouver, Calgary e Toronto diventano palazzi e grattacieli mozzafiato, e sia le une che gli altri sono popolati di gente operosa e sorridente, che è abituata a vivere circondata di natura e non usa chiudere a chiave il recinto di casa.

Un luogo ormai per me dove fuggire quando ho bisogno di fare una ricarica di pile o riossigenare il cervello con il profumo di oceano e di querce…..un luogo di fuga che consiglio a tutti.

Chissà, visto che uno dei primi esporatori a toccare terra canadese fu l’italianissimo Giovanni Caboto, forse tra gli antenati del mio amato cognatino c’era già il DNA italico che lo ha fatto svalvolare e rapire la mia bella sorellina (mannaggia a LUI!!!)

E voi….in quale terra selvaggia fuggireste per ri-innamorarvi del mondo???

La confederazione del CANADA approvò la sua prima Costituzione e anche il SUO INNO NAZIONALE il 1 Luglio (la prima nel 1867 e il secondo nel 1980), sempre sotto il segno del CANCRO!

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento