1° maggio: Il destino nel cognome

Che fosse destinato a fare l’attore, già si sapeva. Sarebbe come pretendere che una mela crescendo e maturando, diventasse pera! Quando il talento è nei geni, ben poco si può fare, anche un brutto naso non basta a sviare dal proprio destino. Così è stato per Javier (Saverio per gli amici).

Spesso confuso con il suo “sosia” Jeffrey Dean Morgan questo maschio latino, si fa strada prima in casa sua, diventando musa, grazie alla sua forza ammaliatrice taurina, prima di Bigas Luna in Prosciutto Prosciutto (chiedete a Valeria se ne ha un vago ricordo!) e successivamente di Pedro Almodovar, che lo vuole in Tacchi a Spillo accanto al favoloso Miguel Bosè. La voce si sparge, Javier comincia ad essere notato anche oltreoceano, ed è John Malkovich che scommette su di lui nella pellicola d’esordio Danza di Sangue.

Da lì il successo internazionale è immediato, Tom Cruise, Milos Forman, Woody Allen lo reclamano. Ed è grazie a quest’ultimo che incontra la donna della sua vita, colei che gli farà conoscere le gioie della paternità: Penelope.  Strano destino il loro, i famosi sette gradi di separazione, nel loro caso, si possono ridurre anche ad uno solo. Si sono sempre sfiorati anche in patria, ma hanno dovuto attendere un set americano, per capire di essere le reciproche metà della stessa mela.

Voci di corridoio dicono, che la magnifica Julia R, abbia avuto grosse difficoltà a rientrare dal personaggio di Mangia, Prega, Ama; del resto come biasimarla, chi non resterebbe affascinata da questo impavido esemplare taurino?

JAVIER BARDEM, NASCE IL 1° MAGGIO 1969, SOTTO IL SEGNO DEL TORO

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento