1° Novembre: Quando il destino è nel nome?

Se siete sopravvissuti ai bagordi di Halloween, complimenti!!!!, altri purtroppo si riprenderanno soltanto nel we.
Per voi giovani impavidi ho pensato di dedicare l’Al Manakko a questa attrice che si colloca fra i grandi interpreti, tuttavia riesce a stare ai margini dello show business.

Sembra nata per impersonare donne inglesi della middle class,con quel fisico non proprio asciutto e quei tratti un po’ cheap, sicuramente non rappresenta la classica bellezza inglese, eppure definirla brutta non è possibile e non sarebbe fair.
La prima volta che l’ho notata è stata nel “Sesto Senso”, “accanto” a Bruce Willis. E lì devo dire che per quanto madre affettuosa,mi stava tremendamente antipatica, saranno stati gli artigli rosa, oppure quel pellicciotto di yak; non saprei. Sta di fatto che non l’ho gradita come personaggio, ma come attrice si. Non a caso ha ottenuto la candidatura ad un Oscar….
La volta successiva accanto a Cameron Diaz, “In Her Shoes” impersonava quello che a mio avviso è stato il personaggio che meglio è riuscita a caratterizzarla: la sorella maggiore secchiona, bruttina e un po’ sfigata che compete con la sorellina gnocca e vagabonda.  È stata divina a rendere così vero il conflitto fra le due sorelle che mi sono anche un po’ rivista.

In “About a Boy” è tornata a starmi antipatica, ma voglio dire,quale madre sana di mente (infatti lei nel film è depressa), permette al figlio di rendersi un perfetto idiota, soltanto per soddisfare le proprie aspettative??? Lei! Tutta presa dai suoi principi, ha da ridire sul grande Hugh..mmmh che rottura!

Ma poi ho visto quel capolavoro di “Little Miss Sunshine”,e li non c’è stato verso. Finalmente una madre,isterica per carità,ma che per i suoi figli è disposta davvero a tutto, purchè si sentano amati. Ecco in questo caso Toni mi è davvero piaciuta…

Deve anche aver perso un bel po’ di kg in questi anni (oppure saranno state le gravidanze…), perché in uno degli ultimi red carpet sfoggiava una mise davvero unica, un abito a sirena dorato, che sfido chiunque a indossare e stare così bene. Tanto che l’è valso un bel Globe Award! Diciamo che ha avuto una bella ripresa.

Insomma per quanto australiana, ma senza l’allure di Nicole, direi che una donna che porta un nome maschile, merita sempre il beneficio del dubbio,pertanto cara la mia Toni, complimenti ci sei riuscita, mi sono ricreduta su di te e ogni volta che esce un tuo film, aspetto con impazienza di vederlo.

 

TONI COLLETTE E’ NATA A BLACKTOWN, IL 1° NOVEMBRE 1972, SOTTO IL MAGNETICO SEGNO DELLO SCORPIONE.

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento