13 dicembre: Taylor che sa quel che vuole

 

Quando mi dicono “Pennsylvania” penso agli Amish e ai Mennoniti, a quei gruppi etnici che hanno deciso di vivere nella patria futurista ma restando fermi al passato. Niente tecnologia né lusso.

Proprio da lì invece viene una cantante che sembra la classica brava ragazza prodigio: a 11 anni scriveva poesie, suonava la chitarra acustica a tre corde e componeva canzoni.  Taylor Swift non ha pensato per un momento che il suo destino potesse essere diverso da quello della cantante country da quando ascoltò la musica di Patsy Cline da bambina. Così quando fu approcciata dalle prime case discografiche rifiutò perché lei non solo era decisa a cantare ma niente che non fossero le canzoni scritte da lei. Da buon sagittario aveva le idee chiare e nessuna voglia di scendere a compromessi.

La svolta arrivò quando a notarla fu il produttore di Britney Spears che, con lei, ha potuto avere sonni tranquilli dato che l’unica pazzia nella sua vita sembra essere il flirt con il cantante dei One Direction Harry  Styles che tutti credevano essere gay.

Ma procediamo con ordine: questa biondina che sa passare inosservata ha scritto e cantato la canzone country più venduta della storia (Love Story), é suo il video più bello del 2009 (You Belong With Me), é stata donna dell’anno 2011 e Forbes la mette al settimo posto tra le celebrità più influenti del mondo. Niente da lamentarsi.

In più fa un sacco di beneficenza e ha anche messo all’asta il suo vestito del ballo di fine anno.

Adesso si scopre che ha un quoziente intellettivo superiore alla media ed il metabolismo tanto accelerato da potersi nutrire anche solo di hot dog e restare magrolina. Ma sarebbe troppo da sopportare!

Che dire, questa ragazza sembra equilibrata, decisa e saggia. Un vero sagittario!

TAYLOR ALISON SWIFT è NATA A WYOMISSING, IN PENNSYLVANIA, IL 13 DICEMBRE 1989 SOTTO IL DECISO SEGNO DEL SAGITTARIO.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8xg3vE8Ie_E[/youtube]

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento