16 novembre: non chiamatela la sorella brava!

Ho letto proprio oggi sui giornali che sta per uscire un libro autobiografico di Valeria Bruni Tedeschi che racconterebbe di tutta l’avventurosa e misteriosa storia della famiglia al completo e delle innumerevoli traversate delle Alpi per abitare la dimora italiana o francese di tuno. Già perché papà era un ricco industriale e mamma una famosa pianista, dati gli intrighi politici e i pericoli a cui era esposta la famiglia negli anni ’70 ci si trasferisce tutti a Parigi e inizia la prima fase di quella che sarà sempre la sua “doppia vita” (geograficamente parlando). E mentre la giovane Carlà sfilava in passerella e frequentava yatch d’estate e chalet d’inverno, lei girava pellicole d’autore, mentre la piccola dichiarava ai giornali di preferire stare con un uomo per interesse che per amore, la grande si legava al regista e intellettuale italiano Calopresti per tanti anni, mentre l’una giocava alla femme fatale l’altra appariva sempre come la perfetta aristocratica del ricco portone accanto, discreta e raffinata, sempre a proprio agio e per nulla costruita.

Sapete cosa vi dico però? Che scommetto che dalla fatidica biografia verrano fuori tanti aneddoti, e se è vero che la sorellina minore ha un certo punto appeso al chiodo il guantone della ribelle per impalmare l’uomo più potente di Francia (fino all’anno scorso), la nostra Valeria di cartucce da sparare io dico che ne ha ancora un bel po’…soprattutto, non dimentichiamoci mai che la ragazza è uno  Scorpione!!! Vi pare abbastanza?!?

VALERIA BRUNI TEDESCHI è NATA IL 16 NOVEMBRE 1964, SOTTO IL SEGNO DELLO SCORPIONE

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento