25 giugno: Careless George

Non divagherò, questo giorno dell’ Al Manakko è dedicato a mia sorella. Lei che spesso è stata suggeritrice di aneddoti sul mio passato,  anche oggi la fa da padrona… Era il lontano 1982, io allora non ancora provvista dello spiccato senso estetico che ho adesso, non capivo cosa avesse tanto da dimenarsi quell’altra con sta musichetta messa in loop. Inoltre la tappezzeria di camera sua, era una sorta di  Altare dell’Ammmore dedicato a uno del duo Wham!: George Michael…

Per carità, non era un mostro freak, quella dentatura biancolatte e l’orecchino d’oro però facevano tanto buzzurro. Per non parlare della capigliatura, modello cresta leonina…. Tutto ciò, da un punto di vista meramente estetico, era anche troppo per i miei gusti semplici… (mio modello maschile in auge ai tempi: Ken Mattel). Collezionava di tutto,  e io nel frattempo sbirciavo le evoluzioni della “loro” storia d’amore a distanza. Quello che allora mi era sfuggito, ma che oggi condivido pienamente,  è la poesia di George, per non parlare del favoloso derriere… e se volete averne un assaggio per favore andate a rivedervi il video di Faith – ogni commento è superfluo.

Negli anni George mi è cresciuto nella stima, mia sorella aveva abbandonato da un po’ la possibilità di convolarci a nozze; e fare outing era un lusso concesso soltanto ai veri idoli. George lo era,e lo è tuttora. Quella voce meravigliosa, quei testi che sembrano parlarti direttamente al cuore, come puoi non adorarlo? Quando comincio a sentire in radio le parole “Last Christmas I gave you my heart” so che è tempo di addobbare casa, e fare la wishing list.
Per ogni situazione importante del mio passato, posso tranquillamente accostarci una sua canzone. Ve la ricordate I want your Sex ? Parliamone per favore: un tripudio di dee che richiamavano alle lenzuola, ma senza scoprire troppo? Trovatemi un altro video con lyrics così “audaci” che  sia altrettanto raffinato…. Oggi non è possibile.

George è sexy ma sensibile, provocante ma di classe.. un cancro con tutti gli attributi! Negli anni ha fatto la moda, precorrendo gli stili e soprattutto rimanendo sex symbol incontrastato. Anche l’abuso di cannabis gli è  stato perdonato!

Pertanto non voglio soltanto mandare i miei omaggi al caro George, ma omaggiare quella gran intenditrice di mia sorella, perché se vogliamo, anche grazie a lei oggi per fortuna non ascolto Justin Bieber!

GEORGIOS KYRIACOS PANAYIOTOU NASCE IL 25 GIUGNO 1963 A BUSHEY, SOTTO IL SEGNO DEL CANCRO

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento