29 aprile: match point

Osannato, amato, fischiato, criticato poi ancora adorato…infine rispettato, forse la cosa più importante. Andre Agassi rappresenta uno dei capitoli più importanti della storia del tennis mondiale. Non solo perché ha vinto nella sua carriera 60 titoli ATP e 8 tornei dello SLAM, restando in testa alle classifiche ATP per ben 131 settimane e svettando anche tra le classifiche degli atleti più pagati da premi e sponsor di sempre…ma perché Agassi ha una storia di cuore e di stile che ha convinto tutti. Sin da piccolo è infatti educato dal padre iraniano a diventare un campione di tennis, tanto da odiarlo quasi, ma è proprio questo che fa di lui un semi-eroe del campo, un ribelle, una “rockstar” del tennis come qualcuno lo ha chiamato. E ha saputo passare da momenti di successo incredibile, dal 1986 al 1995, a cadute altrettanto vertiginose, come quando negli anni dal 1996 al 1999 sembrava che si preoccupasse solo di spot pubblicitari e feste modaiole e la racchetta sembrava aver perso tutta la sua magia…per poi di nuovo, rialzandosi da quella crisi prima personale che sportiva, come un leone che riparte da zero e va a riprendersi l’olimpo, la scalata torneo dopo torneo, e la rimonta in cime alle classifiche, per ritirarsi definitavemnte nel 2006 tra l’ovazione commossa del pubblico dopo aver giocato l’US Open, il suo preferito. Il tutto passando per il burrascoso matrimonio con la bella Brooke Shields, annullato nel 1999, poco prima della rinascita, anni di solitudine e sport e finalmente l’Amore della vita che celebra, anziché bruciare tutto il resto delle passioni: la collega Steffi Graf, da cui avrà due bambini. Non sei solo icona del tennis, ma dello SPORT. Inteso come l’arte del saper lottare per vincere le proprie paure…la vita!

ANDRE AGASSI è NATO IL 29 APRILE 1970 SOTTO IL SEGNO DEL TORO

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento