La Grande Crisi Britannica Vista dall’Astrologia – Parte Prima

L’oroscopo della crisi britannica 2022: cosa dice l’astrologia

Questo 2022 è stato per il Regno Unito un anno di marcata transizione storica e culturale: il fatto è innegabile! La morte della Regina Elisabetta II, l’8 settembre scorso, è stato solo l’ultimo shock per il paese in una lunga crisi politica, sociale e culturale che sembra essersi aperta con la follia dei referendum: prima quello sull’indipendenza della Scozia (2014), che ha visto confermare lo status quo, e poi con quello sulla Brexit del (2016), che ha invece aperto il vaso di Pandora.

Dal 2016 ad oggi il paese ha visto ben troppe volte la figura del primo ministro cambiare molto prima del termine di mandato. Tutto è partito con le dimissioni di David Cameron subito dopo il Referendum per la Brexit: gli succede Theresa May, che a sua traballa e si ripresenta alle urne. La May vince, ma poi non ce la fa e si dimette. Lascia il testimone a Johnson: anche questo richiede la conferma al popolo. Johnson viene eletto ma è costretto a dimettersi per gli scandali. Passa la mano a Liz Truss che regala al paese il governo più breve di tutta la storia del Regno Unito: 50 giorni. Praticamente è stata al potere solo per organizzare i funerali della Regina. Le succede ora il carismatico miliardario di origine indiana Rishi Sunak.

Ce la farà il nuovo arrivato a salvare il paese dal pantano? L’epopea degli ultimi anni ci fa persino passare la voglia di chiedercelo. Quello però su cui vorrei concentrare la vostra attenzione, prima di addentrarci nell’analisi astrologica di quanto vi ho esposto sopra, e la parola chiave è “crisi di identità nazionale”. Esatto! Perché è sotto gli occhi di tutti ormai che in questa lunga crisi il paese non sa più chi è e quale sia il suo posto nel mondo. C’entra qualche transito in tutto questo? Ma ovviamente care lettrici e lettori.

Come sapete anche gli Stati hanno un loro Tema Natale come noi. L’attuale Regno Unito si fa “nascere” il 1° gennaio 1801 a un minuto dopo mezzanotte, momento in cui è entrato in vigore dell’Atto Di Unione che ha posto le basi dell’attuale struttura governativa.

Diamo uno sguardo al Tema Natale della Gran Bretagna:

 

Sole in Capricorno in Quarta Casa (proprio la nazione!): c’è una solidità di base nel mantenere il paese forte, stabile e in alto.

Luna in Cancro in Decima Casa (il potere, il governo, il monarca): non stupisce che il popolo continui a guardare alla monarchia come a un punto di riferimento. La Regina, e forse anche Carlo, saranno sempre percepiti nel cuore dell’identità nazionale.

L’ascendente è nel segno della Bilancia: c’è ricerca dell’armonia e predisposizione al compromesso. Il governatore dell’Ascendente, Venere, è tuttavia in Acquario e in Quinta Casa: c’è innovazione, creatività e voglia di essere sempre all’avanguardia nel mondo. Basti pensare a quanti cantanti britannici nei decenni hanno ottenuto successi mondiali e divulgato mode globalizzanti e di rottura proprio acquariane: le zazzere unisex dei Beatles negli anni ’60 e il girl power delle Spice Girls ne sono esempi lampanti).

Ma cosa è successo dal punto di vista astrologico a questa nazione? Cosa l’ha messa in crisi di identità?

Da una mia attenta analisi, il primo pianeta a portare scompiglio è stato Plutone.

Come sapete, Plutone è un pianeta che mette alla prova. Come agisce? Nel profondo, in sordina, con dubbi e pulsioni che serpeggiano in sordina quotidianamente e a lungo tempo. Plutone ti cambia la vita: il problema è che ce ne si accorge solo a transito concluso, quando ci si guarda indietro e ci si stupisce di quante cose sono cambiate non solo attorno a noi, ma proprio dentro di noi. In questo caso nell’identità nazionale.

Plutone fa il suo ingresso nella Quarta Casa del Regno Unito fra il 2013 e il 2014 e la prima cosa che fa è congiungersi al Sole (identità nazionale) e opporsi contemporaneamente al Medio Cielo (il regno, il governo): la Scozia fa parte del mio Sole “Io” nazionale? Gli scozzesi rispondono “yes”. Plutone mette indubbio ma consolida dopo la prima crisi.

Purtroppo però i guai non sono finiti! A partire dal Referendum sulla Brexit del 2016, Plutone inizia ad avvicinarsi ad una pesante opposizione alla Luna in Decima Casa in Cancro. Curioso notare (vedete Carta di Transito sotto) come il Referendum Sulla Brexit sia occorso proprio quando il Sole transitava il Nona Casa (l’estero) e Venere si opponeva al Sole congiungendosi contemporaneamente al Medio Cielo (Venere governa l’Ascendente della Nazione i suoi transiti assumono un valore maggiore, perché Venere in questo caso governa proprio la Prima Casa, l’immagine, l’ego della nazione). Ciliegina sulla Torta: siamo agli ultimi colpi di Urani di Transito in Casa Settima, la casa dei “rapporti con l’altro” ( Non stupisce dunque che proprio con un fulmine a ciel sereno come quel referendum si sia deciso di troncare dopo 40 anni con la “famiglia” europea). Una Settima Casa, questa, che a sua volta nel Tema Natale è governata da Marte, che esattamente in quei giorni stava transitando eccezionalmente in retrogradazione vicino al Nettuno Radix in Seconda Casa: per la serie gettiamo proprio benzina sul fuoco sulle ideologie dei beni economici. Seconda Casa è l’economia del paese: Marte in quei giorni sembrava fomentare il sogno di una economia britannica ideologicamente indipendente nel mondo. Ma come sapete Nettuno illude! ( Non stupisce dunque che proprio con un fulmine a ciel sereno come quel referendum si sia deciso di troncare dopo 40 anni con la “famiglia” europea.

Passato lo spartiacque del Referendum del 2016, il transito di Plutone opposto alla Luna si fa sempre più pressante: il Regno Unito sa che deve uscire dall’Europa ma non sa come fare, la via è tortuosa, non si trovano accordi con Bruxelles. Insomma, Plutone apre i suoi cancelli a una vera e propria crisi esistenziale a cui si aggiungono nel 2019 Giove e Saturno in Capricorno a mettere sotto pressione la Luna che non fa neanche in tempo a riprendersi da Plutone che le ha proprio tutte contro. Nel paese non si fa altro che parlare di come venirne fuori fino a fine Gennaio 2020 quando il Regno Unito formalizza unilateralmente l’uscita dall’Unione Europea e sceglie nella figura di Boris Johnson (gemelli) la linea da seguire.

Peccato che di lì a tre mesi il mondo chiude del tutto con l’epidemia globale di Covid-19 (la grande congiunzione Saturno, Plutone e Giove che ha toccato tutti ma che si è formata proprio nella Quarta Casa Radix del Regno Unito). Insomma: tanta fatica per uscire dall’Europa che quando ce l’hanno fatta alla fine è il mondo intero a chiudere baracca e burattini. La Luna Radix ora è “allietata” dalle illusioni di un bel trigono di Nettuno dai Pesci. Ci si illude che le norme restrittive non servano a combattere la pandemia ma si raggiunge uno dei picchi di contagi più alti d’Europa. I problemi economici derivanti dalla Brexit non potranno manifestarsi nell’immediato, come anche quelli politici. La Luna in Decima Casa (il governo e la monarchia) reggono. Boris Johnson sta in piedi e anche la Regina prosegue il suo eterno regno.

Arriva il 2022: la Luna in Cancro (governatrice del Medio Cielo) del Regno Unito è sopravvissuta a una vera e propria mitragliata di transiti. Peccato però che dietro l’angolo si configura già nel cielo la terza e ultima quadratura fra Urano in Toro e Saturno in Acquario: non si salverà proprio nessuno! A partire proprio dalla Venere britannica (governatrice dell’Ascendente). L’immagine del paese sta per essere stravolta totalmente.

Volete sapere come? Proseguite nella seconda parte di questo articolo 😉

Il Trigono Stellare

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento