La Grande Crisi Britannica Vista Dall’Astrologia – Parte Seconda

Che cosa dice l’astrologia sulla crisi britannica del 2022

Nella Prima Parte di questo speciale sulla Crisi del Regno Unito avevamo visto quanto alcuni transiti maggiori avessero messo a dura prova l’identità nazionale del paese d’oltre Manica. Dedicheremo invece questa seconda parte agli eventi reali e astrologici che hanno dato un bel colpo di spugna all’immagine (l’ascendente) della nazione durante il 2022. Anno che ha decisamente sancito un vero spartiacque nella storia sia mondiale che della Gran Bretagna.

Nel corso delle mie ricerche astrologiche sono infatti rimasto sconvolto da quanto la terza ed ultima quadratura fra Urano in Toro e Saturno in Acquario ritorni incessantemente nei Temi Natale di tutti i protagonisti presi in causa: la Carta Astrale della Nazione, i suoi primi ministri, la defunta regina e il successore Re Carlo III. Non si salva nessuno!

Prima di addentrarci in ognuna delle Carte Astrali, è d’obbligo spendere due parole sulla configurazione astrale che le coinvolge. La quadratura fra Saturno e Urano non è cosa nuova: ce la portiamo avanti già da due anni a fasi alterne.

Urano in Toro si manifesta in modi strani, in un segno a lui non congeniale. Il segno della terra, del possesso, dei beni fisici, dell’agricoltura e dell’economia viene sconvolto dall’imprevedibilità di un cambiamento repentino che può assumere le forme di invasioni e mutamento dei confini (Guerra in Ucraina, ad esempio), di recessioni e fluttuazioni economiche (la recessione legata al Covid e l’attuale spettro della stagflazione) ma anche di innovazioni tecnologiche per l’ambiente: quanto si sta parlando ultimamente di guardare diversamente alla gestione delle fonti provenienti dalla terra, dell’ambiente e dell’ecosostenibilità? Ci vogliamo anche aggiungere tutti gli aumenti dei prezzi delle materie prime, provenienti proprio dalla terra e fondamentali per l’economia mondo?

Dall’altra parte troviamo Saturno in Acquario. Diciamolo: ha transitato a casa sua e nelle sue intenzioni avrebbe voluto portarci molto di più se non fosse stato messo alla prova dallo stesso Urano (co-governatore dello stesso Acquario che gli remava sempre contro). D’altra parte qualcosa quel Saturno ha fatto: le sfide hanno consolidato dei valori innovativi. Proprio l’imprevedibilità della terra e le sue conseguenze ci ha messo di fronte a una presa di posizione innovativa che prima non c’era: la crisi energetica comporta una rivalutazione delle energie rinnovabili. Ma stavolta la scelta sembra essersi affermata come non mai nella coscienza culturale.

Sto andando fuori tema? Dovevamo parlare di Regno Unito dopotutto… e invece no! Tenete bene a mente questo esempio e ricordatevi che la quadratura non è solo una sfida fra tendenze discordanti ma anche un’aspetto che mira a porre le basi per ristrutturare il nostro modo di essere.

E se vi dico che questo aspetto ha avuto lo stesso effetto nella cultura britannica contemporanea durante questo stesso anno? Certo non nei termini mondiali descritti sopra, ma in quelli più dettagliati del Tema Natale della Nazione!

E ritorniamo qui al concetto di “immagine” dell’ascendente Bilancia e del suo governatore Venere. E’ per l’appunto proprio la Venere Britannica ad essere stata oggetto di questo aspetto Saturno – Urano nel corso di tutto il 2022. Il paese cambia immagine sotto il colpi dei due pianeti: cambia il monarca e cambiano i governanti, in successione quasi spaventosa. Date un occhio alla Carta Astrale che vi riporto qui sotto: il governatore è sotto pressione e l’immagine (l’Ascendente) che il paese da al mondo, l’Io-Britannico della Prima Casa, cambia radicalmente!

Ho preso come riferimento il momento della morte della Regina Elisabetta II, ma va ricordato che quel Saturno e quell’Urano hanno transitato avanti e indietro per un bel po’ attorno ai 16 gradi della Venere: probabilmente la morte è occorsa dopo mesi in cui la salute della monarca (ma anche l’immagine politica del paese all’estero) è stata messa alla prova.

La scomparsa della Regina e la successione di Carlo III (che forse aveva già perso le speranze di diventare Re dopo uno dei regni più longevi della storia da parte della sua “cara mammina”) hanno rivoluzionato (Urano quadrato e Saturno congiunto) l’immagine della figura istituzionale rappresentativa storica di riferimento: la stessa monarchia! Urano taglia, Saturno consolida: non si torna più indietro!

Guardiamo giustamente come lo stesso aspetto astrologico si sia riflesso sulla Carta Natale dell’adorata Elisabetta…

Come potete osservare la quadratura Urano – Saturno si interseca alla perfezione: abbiamo Urano di transito che si appresta ad opporsi al Medio Cielo, lo sta per tagliare letteralmente, ponendo fine al suo regno.  Lo stesso Saturno si comporta alla stessa maniera, ma con la quadratura. Ma quello che più colpisce è che questo aspetto è strettissimo al Marte in Prima Casa. Provate a seguirmi nel mio ragionamento: la quadratura Saturno e Urano prende di mezzo Marte in Acquario a 20 Gradi. Questo assume un valore fondamentale se si considera che Saturno (transitante) è il governatore dell’immagine del monarca (il suo ascendente) , il quale si congiunge a Marte (governatore di quel Medio Cielo in Scorpione) che riceve a sua volta l’opposizione (il taglio!) di Urano. Devo confessarvi che proprio questa Carta mi ha dato modo di rivalutare con maggior spessore gli effetti dei transiti due governatori, perché sembra estremamente rivelatrice.

In ogni caso, morta una Regina ne segue un successore. E perché non vedere se troviamo conferma dell’opera di Saturno e Urano nel Tema Natale dell’ormai non più eterno Principe Carlo?

Impressionante!: Urano e Saturno sono in aspetto proprio con il Sole. In questa Carta per di più il Sole assume un doppio valore perché non è solo l’Io del Principe che muta pelle con l’ascesa al trono, ma è anche il governatore dell’Ascendente in Leone (l’immagine). Non l’ho segnalato nella Carta qui sopra ma potete notare anche un Nettuno appena reduce da un Trigono a quel Sole e a una quadratura al Marte Radix (governatore del Medio Cielo in Ariete) : c’è molta illusione attorno a questo cambio di status. Ma dopotutto non deve essere facile poter competere come successore a una Regina come Elisabetta II. Vedremo come si evolveranno gli eventi, ma da quanto ci dicono gli astri è molto probabile che qualche delusione per il nostro Carlo III sia dietro l’angolo.

E la Classe Politica Britannica? Sarà rimasta al riparo dalla quadratura dell’anno?

La risposta la sapete meglio di me: certo che no!

Partiamo dall’uomo che (cito testualmente) da piccolo voleva essere “il Re del Mondo”: Boris Johnson, aka “il nostro biondone che non ha mai visto un pettine in vita sua” era partito bene dopo il suo insediamento e aveva anche il supporto del popolo, sia alle elezioni del 2019 che secondo i sondaggi. Peccato che dopo tre anni e poco più sia stato travolto dallo scandalo delle feste organizzate durante i lockdown.

Guardiamoci un po’ cosa accadeva a livello astrologico nel momento esatto in cui annunciava le proprie dimissioni davanti al numero 10 di Downing Street l’8 settembre scorso…

Un disastro: Plutone si avvicina a quadrare la Luna (governatrice del Medio Cielo in Cancro), Nettuno dai Pesci fa i primi passi verso la quadratura del Sole e di Venere (governatore dell’Ascendente): Immagine pubblica e carriera sono praticamente K.O. Saturno ha quadrato per tutto l’anno il suo Giove in Ottava Casa, su cui si è congiunto anche Urano: lo sconvolgimento dei segreti rivelati (Ottava Casa) e la leggete di Saturno hanno dato una bella stonata a quel Giove festaiolo sempre nell’Ottava Casa del celato e del nascosto (i festini a Downing Street i pieno lockdown? Yes! La copertura degli scandali di alcuni dei suoi ministri? Of course!). Non mi stupisce che abbia rinunciato a risubentrare a Liz Truss la settimana scorsa. Non è di certo tempo per esporsi.

Con Boris fuori dai giochi, la premiership va a un personaggio ancor più sfortunato: la meteora Liz Truss, di cui purtroppo non conosciamo l’ora di nascita. Durerà 50 giorni e sarà ricordata per due cose principalmente: la gestione dei funerali della Regina Elisabetta e per aver battuto il record per il governo più breve in tutta la storia del paese. Aveva buone intenzioni poverina, ma le aveva davvero tutte contro!

Guardiamo cosa possiamo rintracciare nella bozza del suo Tema Natale:

Non ho ripetuto la proiezione dei transiti, ma vi ho evidenziato quel Marte in Toro a 17 gradi a cui si è congiunto Urano e si è quadrato Saturno proprio durante i giorni della sua esperienza come Premier. Esperienza che non credo ripeterà mai più e che per lei avrà di certo rappresentato un bel trauma. Considerate che quel Marte, pur non conoscendo la sua locazione esatta nelle Case Astrologiche, rappresenta le sue energie. Cosa che avrà anche delle conseguenze visto che Plutone si appresta ad opporsi al suo Sole ai primi gradi del Leone con l’arrivo del 2023. Saranno momenti di profonda trasformazione, conseguenza di quanto accaduto quest’anno. Ma non penso si rifarà vedere in politica. No, direi proprio di No.

Con Liz dimessa, e con i sondaggi che ormai indicano una probabile vittoria netta dei Laburisti sui Tories (che governano ormai dal 2010 tra tutte queste traversie) e con una crescente rivalutazione di un probabile rientro in Europa del Regno Unito, si è presentato incutesti giorni l’ennesimo successore: Rishi Sunak. Di origini indiane e uno degli uomini più ricchi del paese (222esimo nel ranking più aggiornato con un valore stimato di 317 milioni di sterline) sembra partire con grandi promesse di ripresa economica.

Anche qui l’anagrafe britannica non ha voluto contendere al pubblico la sua ora di nascita, cosa che ci impedisce di avere il suo tema completo (che sia un segno di malaugurio come per Liz?).

Guardiamocelo un po’…

Ed eccolo là un bel Sole inToro a 21 gradi, proprio dove ora transita Urano e dove Saturno espande la propria quadratura dall’Acquario. La congiunzione sul Sole in sé indica proprio il cambio di status. E lo sappiamo che Urano è improvviso e veloce: un fulmine a ciel sereno. In un segno come il Toro non so quando possa indicare una certa durata. Nei transiti che lo interesseranno l’anno prossimo e il successivo ci sarà anche la quadratura di Nettuno alla Venere a 29 gradi dei Gemelli. Ora non ci è dato sapere cosa governi quella Venere, ma in generale essa indica la salute, ma soprattuto il denaro (che per un multimilionario va sottolineato). Ora come ora è difficile fare previsioni, anche per mancanza di dati precisi. In ogni caso, anche il suo Tema Natale ci conferma quanto la quadratura Saturno Urano di questa seconda parte del 2022 abbia voluto quasi chiamare a sé tutti i protagonisti che sono stati coinvolti negli sconvolgenti cambiamenti del Regno Unito e ci fornisce per l’ennesima volta una prova tangibile di quanto in astrologia tutto torni sempre.

E per la Nazione Britannica, quale futuro?

Beh… ne parleremo un’altra volta, forse fra qualche anno. Il percorso è ancora lungo e tortuoso e dovrà passare per una tostissima opposizione di Nettuno in Ariete all’ascendente Bilancia (2028) fino a giungere a una possente congiunzione di Plutone alla Venere Radix (2035) che coinciderà con molta probabilità a una nuova Golden Age, e potete già immaginare chi sarà il sovrano di quei tempi futuri 😉

Il Trigono Stellare

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento