Segni zodiacali e libri: cosa, come e perché leggiamo

Segni zodiacali e libri: cosa, come e perché leggiamo

Eccomi qui, con un’altra idea strana di quelle che, oramai lo sapete, non riesco proprio a trattenere… Tutta colpa di quel Mercurio congiunto a Urano nel mio tema natale che passa dal pensare al fare senza nemmeno una capatina dal commercialista. Bene, procediamo con ordine: prima di tutto c’è una mia grande passione della quale vi ho già parlato in lungo e in largo sia in questo mio blog che su tutti i social; se non stiamo parlando di orecchini, non di occhiali da sole, né tantomeno di cappelli o di rossetti o di oggetti d’arredamento oppure ancora di antichi strumenti di misurazione (tutte cose per le quali sbiello) allora stiamo parlando di libri. E infatti è così: da buono Scorpione adoro i gialli e tutti quei libroni carichi di intrighi infiniti dei quali la maggior parte di voi dimenticherebbe tutti i nomi dei personaggi e le loro parentele alla 100ª pagina ma io no; il gossip anche storicamente ambientato è sempre il mio forte. In più, per colpa dell’ascendente Pesci, ho sempre un libro in borsa, uno sul comodino, uno in bagno, uno di fianco alla poltrona nel mio ufficio per i momenti di relax. Sì, li leggo tutti contemporaneamente e sì, ogni tanto li confondo anche. Ma va be.

Da qui è nata l’idea di una rubrica mensile.

Oroscopo e libri: il consiglio di un libro da leggere per ogni segno zodiacale in base all’oroscopo del mese. Ma che cosa potreste volere di più?? Il solito Lucano.

via GIPHY

Ma se le premesse fossero finite qui io non sarei quella pazza pazza astrologa che voi adorate… Vero??? Negli ultimi mesi mi avete sentito parlare più e più volte, infilando l’argomento nei contesti più disparati, della famosissima era dell’acquario che, ne sono sicura, ci sta permeando tutti anche se ancora non ce ne siamo resi conto. E se sui social sarò per voi una Sherlock Holmes di acquarianità, pronta a scovarne in ogni dove, con la rubrica “oroscopo e libri” mi sono proprio legata come una copertina al suo manoscritto a libri d’asporto: un’idea geniale acquario based. Libri d’asporto è un’associazione che raccoglie sotto di sé più di 350 librerie indipendenti in tutta l’Italia permettendo loro di diventare dei nuovi Amazon, ma col cuore, con le persone e con il loro cervello dietro. Per capirci: potete innamorarvi della libreria e del suo libraio (ma soprattutto dei suoi consigli) ovunque si trovi in giro per l’Italia e acquistare proprio da lui che vi ha affascinato con le parole di un libro. Attraverso Libri da Asporto proprio questo libraio vi spedirà il libro. Questo è Acquario: indipendenza, collaborazione, voglia di pensare soluzioni diverse. E io, nel mio piccolo, li voglio supportare. Così, ogni mese, molti dei 12 libri che io consiglierò a voi, segno per segno, verranno dalle dritte di questi meravigliosi lettori, consiglieri, compagni di avventure raccontate. Ma anche da voi, non credete mica di scampare!

Ma adesso, dato che le cose si fan per bene, vediamo insieme: come e cosa legge ciascuno dei 12 segni zodiacali?

via GIPHY

Ariete

Nel caso dell’Ariete è davvero facile: se non ci sono dell’azione, degli scontri, guerre e battaglie sanguinose, tormentate storie d’amore e disastri familiari, alla decima pagina lui già sbadiglia. L’unico libro di poesie che abbia mai letto dall’inizio alla fine è quello sulla poesia futurista che ha, in effetti, trovato in linea con i suoi gusti. Se però una persona nata sotto il segno dell’Ariete si imbatte in un libro che soddisfa almeno una delle caratteristiche precedenti (compreso il fatto di essere un libro futurista) allora sappiate che lo divorerà come si si fa con la prima pizza dopo mesi di dieta. Qui non ci sono le mezze misure: o si ama o si odia e se si ama si è pronti a riempire intere librerie dello stesso autore. Ma c’è di più: per il suo autore preferito l’Ariete è il migliore dei p.r. che possiate immaginare. Gratis, soprattutto!

Toro

Guai a toccare al Toro uno dei suoi libri anche se non lo sta leggendo, anche se ne ha altri 10 in coda prima di quello, anche se l’avesse doppio! Ogni libro che gli appartiene farà parte di quei faticosissimi scatoloni che trasporta ovunque traslochi e che gli servono per ricreare in pochissimo tempo il suo habitat naturale fatto di tante abitudini e di tanti ricordi. Qui si amano le storie semplici, i best seller, i libri da classifica inframmezzati da grandi classici purché ci sia sempre qualcuno da conquistare e qualcuno che questa conquista se la deve sudare. Sempre stando sul filone love story il Toro è addirittura disposto a dirottare su poesie, fumetti, raccolte di racconti ma, per favore, se ci dovesse essere un morto diteglielo subito che lui si impressiona. Qui il libro è come la tisana prima di andare a dormire o il bicchiere di prosecco all’aperitivo: deve sempre essere un piacere.

Gemelli

I Gemelli leggono davvero di tutto: dalle ricette scritte dietro alla confezione di zucchero di canna fino all’enciclopedia passando per ogni forma di comunicazione, dai quotidiani ai siti web, dai nuovi social alle chat di WhatsApp sbirciate dal vicino di autobus. Se c’è una nuova uscita, un nuovo genere, una nuova poetessa che si affaccia sul panorama letterario loro la conoscono e ne hanno già letto. Certo, i Gemelli sono veloci anche in questo e ben poco fedeli persino al genere letterario. Qui bisogna incuriosirli ma per fortuna per richiamare la loro attenzione basta davvero pochissimo. Ovviamente quando stanno leggendo un libro non vedono l’ora di raccontarvi la trama, le opere precedenti, la vita privata dell’autore e anche dei suoi parenti stretti. Magari voi gli avevate solo chiesto che ore fossero, per dire!

Cancro

Al contrario dei Gemelli, il Cancro è un sentimentalone della favola della buonanotte e il libro spesso se lo tiene a dormire nel letto, sotto al cuscino, un po’ come si fa con il gatto dopo che si ha ufficialmente ceduto alla finta del “ognuno al suo posto”. Il Cancro assapora ogni pagina e la guarda con occhioni languidi quasi come se quel bel ragazzotto descritto lo stesse vedendo davanti a sé. Il Cancro preferisce i romanzi e se ci sono delle descrizioni dettagliate di cose che non solleticano i suoi sentimenti le salta per arrivare al dunque. Alla parte dove ci si bacia almeno un po’. Il Cancro riversa tutto il suo bisogno di affetto nei libri e anche lì cerca qualcuno che lo capisca davvero quindi è meglio se nella trama c’è qualcosa di profondamente sentimentale e lunaticamente femminile. Insomma niente guerre, alta finanza, navicelle spaziali. Qui vanno benissimo le trame basiche da romanzo di formazione purché ci si piazzi un piantino a capitolo, ok??

Leone

Il Leone è uno che si immedesima quindi niente come un grande libro d’avventura è perfetto per il suo ego sempre bisognoso di mettersi alla prova! Qui della trama importa poco, l’importante è che il protagonista sia davvero magnifico anzi, diciamocela tutta, perdutamente ed irrimediabilmente sfavillante nei suoi vizi, piaceri, addirittura sconcerie. Insomma quella storia dei libri che parlano di noi, di gente comune, qui è trovata decisamente noiosa. Il Leone ha bisogno di uscire dalla realtà di routine e darci dentro con nuove possibili avventure da raccontare alle cene. Sì, avete capito benissimo, questa storia dell’immedesimarsi può ogni tanto far perdere al Leone il contatto con la realtà, perché nella fantasia si trova decisamente a suo agio!

Vergine

Sappiatelo: guai a perderle il segno! La Vergine è quel segno zodiacale che non abbandona mai la lettura di un libro nemmeno se questo dovesse annoiarla, infastidirla, farle addirittura preferire una serata al burraco con le vecchie zie. Lei è una vera dura e non si concede nemmeno di saltare qualche paragrafetto di minuziosissima descrizione di una formula chimica. Anzi, di questa difficoltà, gode! Il carattere non è mai troppo piccolo e il volume non è mai troppo mastodontico: come nella vita così nella lettura la Vergine ritiene di meritarsi le sofferenze. Lei non ha soltanto letto i Fratelli Karamazov per intero ma li ha letti persino una seconda volta in lingua originale. C’è solamente una cosa che una Vergine odia fare: metterci della fantasia.  Qui le cose vanno raccontate per filo e per segno!

via GIPHY

Bilancia

La Bilancia non adora soltanto leggere i libri ma tutto quell’infinito sistema di atteggiamenti e abitudini che ruota attorno alla lettura. Ogni libro non è soltanto bello dentro ma anche, anzi qualche volta soprattutto, bello fuori. Per una Bilancia vale, ancora più che per gli altri, quella vecchia legge del marketing: disegna una meravigliosa copertina e venderai anche l’elenco del telefono di un’altra nazione. Quindi, quando vedete che una Bilancia sta andando verso il suo romanzone rosa, levatevi dalle scatole abbastanza rapidamente perché si sta prendendo il suo meritato spazio. Tutto attorno lei è perfettamente studiato per vivere questa esperienza al meglio: dalla musica di sottofondo alle luci nella stanza lei si sarà immersa in un piacere totale. Detto questo, non dimenticatevi che la Bilancia adora tutte quelle storie che parlano di giustizia: con la lotta per i diritti da Cenerentola ad Harper Lee si commuove di sicuro.

Scorpione

Con uno Scorpione sappiate che ogni cosa è amore travolgente, anche il rapporto con il suo libro, tanto che il dito indice che utilizza per girare una pagina non viene leggermente bagnato con la punta della lingua ma decisamente limonato duro. Lo Scorpione è uno che si immedesima quindi nel periodo nel quale sta leggendo un romanzo lui non prova empatia per il protagonista, lui è praticamente l’alter ego del protagonista. Quando si dice lettura catartica si pensa proprio al rapporto tra uno Scorpione il suo libro.  Poi però, proprio come si narra faccia con gli amanti che seduce e abbandona, anche in questo caso arrivato all’ultima pagina chiude deciso e fermo il tomo per dedicarsi a nuove avventure. Nessun rimpianto e nemmeno un bigliettino d’addio! Ovviamente se stava leggendo un giallo ha scoperto l’assassino entro la 50ª pagina ma questo non significa affatto che il giallo fosse scontato.

Sagittario

Il Sagittario accumula libri per un proprio bisogno di tenere sempre ben salda la sua autostima intellettuale e non con il reale proposito di leggere proprio tutti i libri che compera. Anzi, in questo caso, più sono disparati gli stili, gli autori e gli argomenti e meglio è. La noia non deve prendere nemmeno chi per sbaglio si sofferma davanti alla sua ricchissima libreria. Ma se c’è un libro che non può mai mancare sul comodino di un Sagittario sarà proprio un libro di certezze: gli aforismi di qualsiasi maestro zen di ogni tempo sono perfetti. Perché se il Sagittario adora fare scorpacciate di informazioni è evidente che preferisce di gran lunga le certezze alle domande.

Capricorno

Il Capricorno è uno che legge per prendere spunto, quindi sarebbe davvero di buon auspicio se nella sua libreria ci fossero solo biografie ufficiali di grandi personaggi. In effetti è qui che ritroviamo, rigorosamente catalogati per corrente politica, i pensieri dei più grandi pensatori e i discorsi dei più grandi oratori. Di solito, se al Capricorno in questione il desiderio di grandezza è un po’ sfuggito di mano,  i libri saranno anche sottolineati nei loro passaggi fondamentali. Una cosa è certa però: il Capricorno è anche culturalmente snob tanto che in casa sua ci saranno anche una serie di libri di status che, probabilmente, non ha mai letto e dei quali, nel migliore dei casi, ha guardato il film. Allo stesso modo sappiate che quando un Capricorno entrerà nella vostra casa cercherà immediatamente di capire qualcosa sulla vostra ideologia curiosando tra i vostri libri. Se non avete letto almeno le basi sarà meglio che troviate una buonissima scusa.

Acquario

L’Acquario è un segno che fa il non convenzionale persino quando legge, tanto che spesso preferirà guardar le figure! Non sto mica scherzando: tutto quello che ha a che fare con l’arte figurativa dalle fotografie ai disegni, dai fumetti ai libri pop-up  lo attraggono come un bambino! Le persone di questo segno zodiacale sono quelle che possono leggere in uno stesso pomeriggio la biografia di Giulio Cesare e “Porci con le Ali”. Con lo stesso interesse, per di più! Qui non c’è proprio nulla da dimostrare e spesso, nei momenti di solitudine, gli Acquari rileggeranno quella favola della buona notte che gli scaldava il cuore tanti ma tanti anni fa. In compenso se c’è da scoprire un nuovo talento nell’editoria di sicuro questo segno zodiacale è perfetto: anche nelle librerie salta a pie’ pari la sezione best seller e grandi classici.

Pesci

Il Pesci è decisamente pigro anche nella lettura ma per fortuna esistono anche gli audiolibri! Il fatto è che per leggere un libricino, anche una favola di un centinaio di pagine, i Pesci potrebbero metterci dalle 20 alle 40 ore. Perché leggono lentamente? Perché rileggono alcune parti per comprenderle meglio? Perché sono così puntigliosi da voler leggere in lingua originale e assaporare le sfumature? Nulla di tutto ciò. Il fatto è che una persona nata sotto il segno dei Pesci integra ogni frase letta con almeno cinque minuti di fantasie, pensieri profondi, fantasticherie immaginarie. Qui è facilissimo: il fantasy in lungo e in largo da “La Spada nella Roccia” fino a “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” è sempre perfetto. Dove ci sono draghi, incantesimi, forze sovrumane e cuori sensibilissimi il Pesci proprio sguazza.

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *