10 ottobre: italianamente qualunque, vero vero!

La comicita’ è il potere dissacrante dalla democrazia.

La comicita’ e’ l’arte più sottile, quella che ti costringe ad andare oltre la superficie, a piangere sotto le risate e a pensare per molto tempo dopo…

I comici sono i veri attori del sentimento.

Così Antonio Albanese coi suoi personaggi è riuscito a dare un nome ed una smorfia al nostro vicino, alle nostre paure, al ridicolo e a noi stessi.

Pier Piero giardiniere di Berlusconi gay ed interista.

Frengo-e-Stop cronista adepto della filosofia Zeman il cui riporto di capelli sconvolto fa compagnia ad un uomo distrutto dalla retrocessione del Foggia.

Epifanio innamorato di una pianta che si perde in soliloqui timidi e dolcissimi.

Cetto La Qualunque, politico corrotto perfettamente inserito nel suo sistema.

Tutti insomma parlano di noi. Ci disegnano, ci fanno ridere, ci rispecchiano e ci rappresentano. Ridiamo con loro di noi. Ci prendiamo in giro. Ci prendiamo finalmente un po meno sul serio.

E io Albanese lo riempirei di baci sulla pelata che ha in testa perchè i comici, l’avrete capito, sono la mia passione!

ANTONIO ALBANESE è NATO AD OLGINATE (LECCO) IL 10 OTTOBRE 1964 SOTTO L’EQUO E GIUSTO SEGNO DELLA BILANCIA.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=ghO_9mESWFo[/youtube]

 

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento