18 maggio: la stella più grande

Noi astrologhe, si sa, abbiamo la testa più su delle nuvole: tra le stelle. I nostri piedini non toccano mai terra (nonostante il tacco 12) ma ciondolano nel cielo come su di un’altalena appesa ad un angolo della luna. Ed ogni 76 anni (circa) ritorna lei, quattro volte almeno più luminosa di venere, a sconvolgere i nostri cieli e a confondere i marinai. La cometa di Halle: una volta ha guidato i Magi fino a Betlemme e quello che vi trovarono è storia nota, un’altra ispirò la rivolta delle legioni all’Imperatore romano ed una ancora era presagio della fine del mondo… ma è passata più di mille anni or  sono.

E’ più che umano temere o quanto meno guardare con diffidenza tutto ciò che disordina la nostra realtà… figuriamoci una chioma di stelle che sconvolge il nostro cielo! E allora ancora una volta, le stelle sono il vento che smuove i nostri sentimenti e le nostre passioni ma la stabilità e l’equilibrio sono al sicuro al coperto dei nostri cuori. I cambiamenti sono solo piccoli contrattempi che ci costringono a riassettare i programmi… ma ci fanno capire che nulla è scontato! Evviva le novità, evviva la regina delle stelle.

IL 18 MAGGIO 1910 LA TERRA  è PASSATA ATTRAVERSO LA CODA DELLA COMETA DI HALLEY CHE TORNERà SOLO NELL’ESTATE DEL 2061.

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento