7 MAGGIO: SUONALA ANCORA, TCHAIKOVSKY!

Nel lontano 1849 tra i monti Urali nasce il grande Pyotr Ilyich Tchaikovsky, uno degli autori più famosi della musica di fine ottocento. Nella sua famiglia di estrema provincia, di classe media e sopratutto dove studiare legge è la regola, la  musica non è considerata di alcuna importanza. Ma Pyotr, nel pieno carattere dei tori, si dimostra fin da subito uno che sa combattere per ciò che vale, tanto che a 15 anni compone già i suoi primi pezzi (canzonette, è vero, ma pur sempre musica).

Dopo aver studiato giurisprudenza, si libera dei vincoli familiari e si iscrive al conservatorio di San Pietroburgo. Diventa poi insegnante di armonia musicale presso il conservatorio di Mosca. A 35 anni si butta animo e corpo nella musica per opere e balletti, genere considerato di serie B dagli altri musicisti, ma di cui lui è sicuramente uno degli autori più illustri. Nascono così l’opera lirica in un atto “Iolanta” e “Lo Schiaccianoci”, “La bella addormentata” e “Sesta sinfonia”, melodie pure e innovative per quel tempo. Andrà anche negli USA, dirigendo concerti a Philadelphia, Baltimora e New York, partecipando al concerto d’inaugurazione della Carnegie Hall.

La vita di Tchaikovsky però non è stata facile, come sembra. Perde la mamma da adolescente, si trova forzato in un matrimonio con una donna che non ama (lui a dire il vero ama gli uomini), la sua stessa morte è avvolta nel mistero (assassinio, suicidio o colera?).

Pyotr Ilyich Tchaikovsky rappresenta bene i nati il 7 maggio, per la sua capacità di dedicarsi completamente e con la massima devozione alla causa scelta come più importante. I tori di oggi amano la bellezza, soprattutto se legata alla musica, sono propensi a viaggiare, sono molto sensibili ed estremamente romantici. Tutte queste caratteristiche le possiamo leggere e ritrovare nelle bellissime opere di Tchaikovsky.

E per chiudere con una nota struggente, che piacerebbe tanto a Pyotr e che sicuramente piacerà ai Tori di oggi, vi racconto la sua ultima composizione: la sinfonia “Pathétique”. In musica viene narrata la vita di un uomo che da giovane ottimista viene deluso in amore ed infine decide di morire (Allegria!). Tchaikovsky dirige la prima della sinfonia il 28 ottobre 1893 e morirà una settimana dopo.

Tori…. mettete da parte nobilità, devozione e senso estetico… e rideteci su! La vita a voi viene davvero bene se lo volete!

PYOTR ILYICH TCHAIKOVSKY E’ NATO IL 7 MAGGIO 1849 A VOTKINSK SOTTO IL MALICONICO SEGNO DEL TORO

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento