ASTRO YOGA TIPS DICEMBRE

 

“Perciò la dea dormiente all’ingresso della porta di Brahma dovrebbe essere costantemente svegliata con ogni sforzo, praticando a fondo i mudra “ Hatha Yoga Pradipika (3:5)

I MUDRA, lo yoga nelle mani

 

Letteralmente Mudra significa sigillo. E’ un gesto simbolico che viene utilizzato per ottenere benefici sul piano fisico, energetico e spirituale. I mudra sono tecniche particolari volte a risvegliare la Kundalini (energia assopita alla base della spina dorsale) e i Chakra (centri energetici del corpo sottile). Aiutano il praticante a percepire la sua energia interiore, a sviluppare consapevolezza e realizzare verità spirituali. Nelle mani e nelle dita sono presenti diverse terminazioni nervose dove scorrono i meridiani. Nelle punte delle dita in particolare terminano i meridiani principali e di conseguenza se si riesce a sbloccare uno di questi, l’organo del corpo corrispondente ne trarrà beneficio. Inoltre secondo la medicina Ayurvedica, il corpo è composto da 5 elementi, ognuno rappresentato da un dito della mano:

Il dito più importante – presente in ogni mudra – è il pollice, grazie al quale si creano delle correnti vitali che riequilibrano gli elementi sbilanciati quando le dita che li rappresentano vengono portate a contatto con esso. E’ necessario che ci sia equilibrio tra gli elementi in modo che il nostro sistema immunitario non perda l’energia necessaria per mantenere la saluta fisica e mentale.

Da tenere presente per la pratica:

– la posizione: la cosa migliore è sedersi ovvero assumere  una delle posizioni yoga per meditare (padmasana-siddhasana..), ma si può praticare anche mentre si guarda la tv, a teatro, in autobus, prima di addomentaris al risveglio. La pressione delle dita deve essere piacevole e leggera.

– il tempo necessario: si consiglia di praticare il mudra due volte al giorno per almeno tre minuti.

 

 

SAGITTARIO – Hridaya Mudra

Il sigillo del cuore fisico e del cuore spirituale. La punta dell’indice è sotto il pollice, le punte del medio e dell’anulare riunite alla punta del pollice, Il mignolo resta teso. Le mani sulle ginocchia con i palmi verso l’alto. Questo mudra fa molto bene al cuore fisico ma anche al cuore spirituale. La durata di esecuzione di questo Mudra può essere anche di 30 minuti. Questo mudra libera dalle emozioni represse quali rabbia, collera, ira, angosce sentimentali e crisi emozionali rendendo il praticante calmo e stabile.

 

 

 

 

CAPRICORNO – Ganesha Mudra

Rafforza il muscolo del cuore. Tenere entrambe le mani di fronte al torace, posizionare la mano sinistra con il palmo all’esterno. La mano destra con il palmo verso l’interno va a stringere la mano sinistra.
 Mentre espiri vigorosamente tira le mani come per separarle ma senza rilasciare la presa.
 Rilassati mentre inspiri. Focalizzati nelle tue sensazioni, poi cambia la posizione della mano. Rimani in silenzio per un po’ di tempo e ascolta le tue sensazioni. Questo sigillo aiuta a superare gli ostacoli e guardare il futuro con fiducia e appagamento.

 

 

 

 

 

 

ACQUARIO – Bhairava Mudra

E’ il mudra dell’arrendevolezza le mani sono appoggiate in grembo, aperte una sull’altra. Se la mano destra appoggia sopra la sinistra, il sigillo che si crea è Bhairava Mudra, il mudra nel suo aspetto più maschile; se la mano sinistra è appoggiata sopra la destra si crea Bhairavi mudra, il mudra nel suo aspetto più femminile. Il mudra dell’arrendevolezza può essere sperimentato in loto  o in una posizione comoda con la colonna e schiena dritta. Il mudra premette di sentirci totalmente cullati e protetti. È una forma di meditazione fiduciosa che favorisce un    abbandono pieno di volontà.

 

 

 

PESCI – Varuna Mudra

 

Il mudra dell’acqua, la punta del mignolo e pollice si toccano mentre le altre 3 dita rimangono tese. Può essere eseguito tre volte al giorno per 15 minuti per risultati ottimali. Questo sigillo aumenta l’intuizione e conferisce maggiore chiarezza al praticante; lava via eventuali blocchi mentali e fisici permettendo a chi lo pratica di lasciarsi finalmente andare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARIETE – Yoni Mudra

Unire i palmi delle mani con le dita, compresi i pollici tesi in avanti. Tenendo uniti i polpastrelli degli indici, piegare mignoli, anulari e medi intrecciandoli. I pollici vanno tenuti verso il corpo unendo i polpastrelli per formare la base di una Yoni (radice primordiale, grembo, sorgente, vulva). Con questo mudra vengono armonizzati i due emisferi cerebrali e si equilibrano tutte le energie nel corpo.

 

 

 

 

 

TORO – Hakini Mudra

 

Un regalo per vivificare la nostra concentrazione, metti tutte le punta delle dita insieme. Si può eseguire questo mudra in qualsiasi momento ad esempio: quando non ci si ricorda di qualche cosa, quando si perde il filo di un discorso, quando si studia.. Questo mudra oltre che favorire l’nterazione fra emisfero destro e sinistro del cervello, favorisce l’accesso ai ricordi registrati nell’emisfero destro e rigenera l’energia dei polmoni, un validissimo sigillo per migliorare la concentrazione ed ottenere i risultati desiderati nella nostra vita.

 

 

 

 

 

GEMELLI – Kubera Mudra

Esprimi un desiderio, metti la punta del pollice indice e medio insieme. Esegui il sigillo con entrambe le mani.
 Curvale altre due dita così che loro rimangono a metà della mano facendolo con entrambe le mani. A livello fisico apre e decongestiona i seni nasali. 
Il suo uso è svariato e lo si puo praticare per quanto tempo si desidera. Alcuni lo utilizzano per progettare il proprio futuro, per realizzare diversi scopi o desideri. Unite le tre dita e formulate un desiderio pronunciando a voce alta (anche mentalmente) una frase positiva.

 

 

 

 

 

 

 

CANCRO – Jnana Mudra

 

Il sigillo della conoscenza. Si compie portando a contatto tra loro la punta del pollice e dell’indice a formare un anello verso l’alto. Le restanti tre dita restano unite e distese. Se il pollice va a premere sull’unghia dell’indice il mudra assume un significato di arrendevolezza alla volontà divina. Se l’indice si posiziona sopra il pollice si va a rinforzare il lato egoico della persona. E’ il mudra che viene usato maggiormente ed universalmente a sostegno della pratica e delle tecniche meditative, sviluppa la coscienza individuale e dona chiarezza mentale.

 

 

 

 

LEONE – Buddhi Mudra

 

Per formare il Buddhi Mudra mettere la punta del mignolo in contatto con quella del pollice. Praticarlo apre la capacità di comunicare chiaramente e intuitivamente. Stimola anche lo sviluppo psichico. Il mignolo è simboleggiato da Mercurio che esprime rapidità e potere mentale di comunicazione.

 

 

 

 

VERGINE – Shivalinga Mudra

 

La mano destra, simbolo della forza maschile va tenuta con il pollice verso l’alto a ricevere l’energia di Shiva, la mano sinistra la femminilità, accoglie e sostiene. Carica di nuova energia il praticante. Simbolo della creazione cosmica, rimuove ciò che deve essere dissolto per permettere al nuovo di manifestarsi pienamente. Terapeuticamente indicato per combattere stati di stanchezza, apatia, e per ricaricare le batterie dopo lunghi periodi di sforzi o tensioni sia fisiche che nervose.

 

 

 

 

 

BILANCIA – Apan Mudra

E’ un mudra energizzante, stimolante e purificante. Si esegue unendo le punte di pollice, medio ed anulare di ogni mano. L’indice ed il dito mignolo restano distesi. Molto efficace anche tenuto tre, quattro volte al giorno per quindici minuti. Ha un ottimo effetto depurante sul fegato e antinfiammatorio delle vie urinarie. Porta come sua conseguenza tranquillità, armonia interiore e propensione alla pazienza. Apan Mudra sviluppa la capacità di guardare in modo limpido e sereno al proprio futuro quando è necessario prendere decisioni o dover affrontare difficili prove.

 

 

 

 

 

 

SCORPIONE – Surya Mudra

 

Il mudra del Sole, riequilibra la zona del centro della tiroide. Per ottenere benefici andrebbe praticato quotidianamente dai 5 a 15 minuti. Riduce il colesterolo nel corpo e aiuta a ridurre il peso, riduce l’ansietà e corregge i problemi di indigestione. Questo mudra si esegue posizionando la punta del dito anulare sulla base del pollice e applicando una leggera pressione del pollice sul dito. Dona un’incredibile energia rivitalizzante, forza e buona salute.

 

 

 

 

 

 

 

-I mudra sono una parte essenziale anche della danza classica Indiana,

e altre pratiche che elevano spiritualmente.-

 
Yoga sources:
-Asthanga Yoga – Sri K. Pattabhi Jois
-Sivananda yoga – Swami Vishnu-devananda
-Iyengar Yoga – B.K.S.Iyengar
Asana Pranayama Mudra Bandha, Paramahamsa Satyananda
-Web


Autore

Che Giove Assista chi condivide!

1 comment

Lascia un commento