50 elfi per Cate Blanchett

un elfo ad Asgard

L’Australia si sa, sforna talenti più o meno ogni 30 anni, salvo poi ricordarsi che pur essendo uno dei piccoli (continenti), è giusto che permetta agli altri di brillare. La nostra festeggiata di oggi, non ha bisogno di grandi presentazioni, perché scommetto che chiunque di voi, l’abbia vista almeno in un suo film. Non importa il genere, lei li ha interpretati tutti con notevole successo.
Unitevi a me, nel festeggiare oggi 14 maggio, madame Cate Blanchett, che spegne 50 candeline. Ora penserete che ho fatto male i calcoli, ebbene no. La signora è gnocca, e non sembra minimamente essere avvizzita nel corso degli anni, deve essere sicuramente grazie ai suoi geni australiani. Oltre all’innegabile stile e fascino che emana, la signora ha un quelche chose di ambiguo e misterioso, sarà il taglio degli occhi, non saprei. Sta di fatto che lei piace, perché pur essendo molto bella, non è esagerata; pur essendo un gigante in altezza,  non è mai fuori posto. Davvero. Trovo questa capacità innata, tipica delle donne del #toro. L’adattabilità ad ogni ambiente e contesto, tanto da risultare immediatamente eleganti e raffinate. Una sorta di trasparenza di animo che non minaccia o intimorisce mai le persone che la circondano. Deve essere molto piacevole lavorare con una donna che si è portata a casa 2 Oscar, ma che resta soprattutto una madre amorevole e di sani principi.
Nei ruoli dove questa sua dote ha brillato maggiormente sono da ricercare in Elizabeth, e nella splendida Galadriel del Signore degli Anelli. Insomma è stupendamente femminile ma non eccessivamente sfacciata. Questa è la nostra festeggiata, Cate.
Troverete qui di seguite 5 delle sue citazioni più empatiche.

“Non ho voglia di lottare troppo contro i segni lasciati dal tempo. D’altra parte amo i volti e i corpi che cambiano e che sanno raccontare la storia di una vita”

“Quando ho sposato mio marito, ho vinto la lotteria”

“’L’ uguaglianza dei compensi, così come l’abuso di potere, non riguarda solo attori e attrici: è una questione principalmente umana, prima che politica.”

“Non credo tu possa essere un vero leader se non sai mediare. Nei processi creativi, poi, spesso le vie di mezzo sono le più indovinate”

” Quando però sono al supermercato e vedo tutte quelle belle arance e mele colorate, e le stecche di cioccolato, mi viene sì voglia di portare via tutto. Però non lo faccio, sono troppo trasparente!”

 

Che Giove Assista chi condivide!

Commenti

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter!

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla nostra newsletter.