ASTRO YOGA TIPS GENNAIO

GEMME E PIETRE “FIGLIE DELLA TERRA”

Le gemme, le pietre ed i relativi colori contengono vibrazioni energetiche con proprietà terapeutiche, ognuno di noi indossandole può sfruttare ed attivare l’energia curativa propria di ogni gemma e relativo metallo. Le gemme attivano i centri dell’energia nel corpo, equilibrandoli ed in questo modo aiutano a sviluppare le percezioni. Le influenze sulle normali funzioni del corpo, della mente e della coscienza possono essere neutralizzate attraverso l’impiego delle gemme, pietre e metalli. Quando questi elementi vengono applicati sulla pelle, inducono un influsso elettromagnetico che agisce sulle cellule e sui tessuti più profondi. Inoltre tutti i metalli contengono energia curativa, i metalli puri emettono una luce astrale che fornisce una potente opposizione all’influsso negativo dei pianeti. Di seguito 2 metalli da combinare con le pietre e le gemme secondo il calendario di nascita!

ARGENTO: è un metallo curativo molto importante, promuove forza e resistenza vitale. Si usa per curare la febbre cronica, la debolezza che segue dopo la febbre, il bruciore di stomaco, le condizioni infiammatorie degli intestini. Per migliorare la forza e resistenza vitale bevete del latte riscaldato in un recipiente d’argento.

ORO: è un efficace tonico nervino, migliora la memoria e l’intelligenza, rafforza il muscolo cardiaco ed aumenta la resistenza vitale. E’ indicato per l’isteria, gli attacchi di cuore e la debolezza dei polmoni. Infonde energia e migliora la comprensione stimolando il risveglio della consapevolezza.

 

Ora cerca la tua gemma o la tua pietra abbinata al tuo Mese di Nascita:

 

GENNAIO > GRANATO

Il granato rafforza il potere di rigenerazione dell’organismo ed è noto come pietra della salute. Elimina i blocchi energetici, stimola il metabolismo, migliora la circolazione e rafforza il sistema immunitario e quello vascolare. Il granato è la pietra più adatta nei momenti di crisi esistenziale e aiuta l’individuo ad uscire dalla stato di passività e ad affrontare con lucidità e coraggio le situazioni senza via d’uscita. Il granato promuove la fiducia in se stessi, la forza di volontà e la gioia di vivere. Infonde coraggio, speranza e ottimismo. Genera la perseveranza necessaria per risolvere i problemi e libera il soggetto da condizionamenti, limiti e tabù. Questa pietra andrebbe portata intorno al collo con incastonatura d’oro o argento.

Primo chakra Muladara (“Radice”).

 

 

 

FEBBRAIO > AMETISTA

Il nome deriva dal greco e significa “non intossicante”, di color porpora blu o viola. Stimola il metabolismo e migliora lo stato fisico generale. Questa gemma aiuta a controllare il temperamento emotivo, per la sua capacità di placare l’orgoglio e tradurlo in riflessione ed introspezione. Inoltre l’ametista è una pietra lunare (Yin) che risveglia in noi l’aspetto femminile dell’Universo: l’intuizione superiore. È la porta per la nostra suprema realizzazione interiore. Dovrebbe essere portata al collo su una collana d’oro.

Sesto chakra Ajna  (“Fronte o Terzo Occhio”) e settimo chakra Sahasrara (“Corona”).

 

 

 

MARZO > ELIOTROPIO

Questa pietra contiene piccole goccioline di colore rosso. L’Eliotropio aiuta il soggetto a perseguire fino in fondo i propri scopi, stimola e promuove il coraggio,la risolutezza e la volontà rafforzando la rettitudine e l’onestà. Accresce il senso di sicurezza in se stessi ed elimina i sensi di colpa, armonizzando gli stati emotivi scaturiti spesso da cariche energetiche eccessive che soccombono all’effetto della negatività. L’Eliotropio attenua l’irritabilità, l’aggressività e l’impazienza, aiuta a superare gli stadi d’esaurimento e stimola l’attività onirica. E’ un potente antistress, sia mentale sia fisico, ha proprietà depurative ed aiuta a promuovere le tendenze spirituali dei bambini. Dovrebbe essere indossato attorno al collo su una collana d’oro che arrivi vicino al cuore.

Secondo chakra Svadisthana (“Addome”).

 

APRILE > DIAMANTE

L’energia di questa preziosissima gemma convoglia vibrazioni sottili al cuore, al cervello ed ai tessuti più profondi. E’ la miglior pietra ringiovanente, porta prosperità ed è spiritualmente elevante. Il diamante purifica e rigenera: stimola le difese immunitarie ed è indicato nella cura di tutti i disturbi degli organi in qualche modo associati alle attività psichiche, come il cervello, il sistema nervoso, l’apparato sensoriale e le ghiandole ormonali. Promuove la fiducia, incoraggia la libertà di pensiero e ci spinge a rispettare noi stessi.
 Aiuta a superare la paura e a creare uno stretto legame nelle relazioni umane. Dovrebbe essere portato all’anulare destro montato su un anello d’oro.

Collegato con tutti i chakra, ma soprattutto con il settimo chakraSahasrara (“Corona”).

 

 

MAGGIO > AGATA

Color fumo, blu o tendente al rosa, stimola il risveglio spirituale. Ottima per una buona metabolizzazione del cibo, favorisce la rigenerazione e la crescita dei tessuti. L’agata stimola l’equilibrio tra Yin e Yang. Acuisce la concentrazione, le capacità analitiche e la precisione; dà sicurezza, rafforza il pensiero logico e promuove l’introspezione, la stabilità e il realismo. Stimola la persona a trovare in sé le risposte alle proprie domande e porta chiarezza e lucidità. Dovrebbe essere portata al collo con una collana d’oro.

Primo chakra Muladhara (“Radice”).

 

 

 

GIUGNO > PERLA

Bianca, simbolo di purezza ed amore ha una vibrazione calmante e curativa, fin dall’antichità la perla è collegata all’energia lunare ed a quella acquatica, nonché alla femminilità. Equilibra le emozioni, calma e rasserena, inoltre possiede qualità rafforzanti e promuove vigore e vitalità. Dovrebbe essere portata all’anulare destro, montata su un anello d’argento.

Primo chakra Muladhara (“Radice”).

 

 

 

 

 

LUGLIO > RUBINO

E’ la pietra che dona forza, energia e vitalità. Stimola il sistema immunitario e la digestione. Accelera il metabolismo è utile in una situazione di stanchezza cronica. Il rubino rende attivi, dinamici e passionali, spingendo a uscire dall’apatia e dalla passività. Stimola la sessualità, la volontà e il coraggio. Vince la timidezza e favorisce l’unione tra l’amore fisico e l’amore spirituale. Il rubino dovrebbe essere portato al collo incastonato in oro.

Primo chakra Muladhara (“Radice”).

 

 

 

 

AGOSTO > ZAFFIRO

Viola o porpora tra le molteplici qualità ha quella di avere un effetto calmante dagli impulsi e scatti d’ira. Lo zaffiro ha un’azione disintossicante e raffreddante, allevia i dolori e la febbre. Contrasta la tendenza alla dispersività, spingendo il soggetto a concentrarsi senza lasciarsi distrarre. Consente di analizzare con obiettività e razionalità la propria vita, di fare chiarezza e di focalizzare i cambiamenti necessari. 
Lo zaffiro simbolizza la comprensione reciproca, la lealtà e la fedeltà. Dovrebbe essere portato al collo incastonato in oro.

Quinto chakra Vishudda (“Gola”) e Sesto chakra Ajna (“Fronte o Terzo Occhio”).

 

 

 

SETTEMBRE > PIETRA DI LUNA

Grigia o bianca, questa pietra assorbe l’energia lunare, è strettamente legata all’universo femminile alla crescita ed all’evoluzione, è la personificazione della luce che da vita. La pietra di luna è in stretta relazione alle emozioni umane, aumenta l’intuizione, la dolcezza e la compassione. Favorisce i sentimenti e la fertilità. La pietra di luna permette all’individuo di entrare in contatto con il proprio inconscio e di accettare più facilmente i propri aspetti irrazionali. Se una persona soffre di stress emotivi e sperimenta turbamenti durante la luna nuova o piena; dovrebbe portare all’anulare destro una pietra di luna incastonata su un anello d’argento.

Secondo chakra Svadhishthana (“Addome”) e Settimo chakra Sahasrara (“Corona”).

 

 

OTTOBRE > OPALE

Rosso, giallo, arancio; l’opale promuove sentimenti di benevolenza ed amicizia. L’opale ha un effetto benefico generale sulla salute, soprattutto sulle articolazioni. Ispira gioia di vivere e stimola il desiderio di cambiamento, perciò è particolarmente indicata se si devono prendere decisioni importanti. Favorisce l’ottimismo e la sessualità.

 L’opale stimola l’intuizione e la comunicazione e dona chiarezza interiore. Dovrebbe essere portato all’indice destro su un anello d’oro.

Quinto chakra Vishudda (“Gola”) e sesto chakra Ajna (“Fronte o Terzo Occhio”).

 

 

 

NOVEMBRE > TOPAZIO

Giallo, verdastro o blu rossastro, questa gemma promuove la passione o solleva dalla paura; dona forza ed intelligenza. Emana una forte energia che irradia attraverso il sistema nervoso centrale, migliora la digestione, ha un effetto disintossicante sul fegato, stimola il metabolismo e il sistema immunitario. Il topazio dona vitalità e buonumore, dissolve i pensieri negativi, rafforza la capacità di realizzarsi e aiuta ad affrontare la vita con saggezza. Permette all’individuo di scoprire la sua profondità e la sua ricchezza, promuove la sincerità con gli altri e con se stessi. Dovrebbe essere portato all’indice destro su un anello d’oro.

Terzo chakra Manipura (“Plesso solare”).

 

 

DICEMBRE > RUBINO

E’ la pietra che dona forza, energia e vitalità. Stimola il sistema immunitario e la digestione. Accelera il metabolismo è utile in una situazione di stanchezza cronica. Il rubino rende attivi, dinamici e passionali, spingendo a uscire dall’apatia e dalla passività. Stimola la sessualità, la volontà e il coraggio. Vince la timidezza e favorisce l’unione tra l’amore fisico e l’amore spirituale. Il rubino dovrebbe essere portato al collo incastonato in oro.

Primo chakra Muladhara (“Radice”).

 

 

 

Yoga sources:

-web

-Ayurveda, La scienza dell’autoguarigione, Vasant Lad  

Autore

Che Giove Assista chi condivide!

Lascia un commento